The Boys in the Band è un’opera teatrale del commediografo americano Mart Crowley, andata in scena per la prima volta al Theatre Four di New York il 14 aprile 1968, rimanendo in cartellone per 1.001 repliche sino al 6 settembre 1970. 

 

Essa viene considerata una pietra miliare nella storia del teatro perché è stata la prima commedia a tematica gay scritta per il grande pubblico.

In questa pièce Crowley fa un ritratto genuino e schietto di un gruppo di amici omosessuali, analizzando i rapporti interpersonali anche alla luce del disagio determinato dalla pressione sociale.

Quella che inizia come una sapida commedia presto si trasforma in un acido gioco al massacro, che obbliga i protagonisti a confrontarsi dolorosamente con le proprie nevrosi, in uno scontro crudo e violento, specchio della difficoltà di accettare sé stessi. 

 

Dalla pièce nel 1970 venne realizzato un film con la regia di William Friedkin, uscito nelle sale italiane col titolo "Festa per il compleanno del caro amico Harold”. Nel 2020 è prevista l’uscita del remake del film su Netflix con la regia di Ryan Murphy e un cast assolutamente stellare, a significare quanto importate sia questo titolo nell’evoluzione dell’entertainment di genere nel mondo.

Spettacolo archiviato


CHIUDI