TEATRO SCUOLE

IL GIUOCO DELLE PARTI di Luigi Pirandello Martedì 6 Febbraio e Mercoledì 7 Febbraio 2018 ore 10.30

Regia di Roberto Aielli – TDA Teatro di Varese

Dramma in cui Pirandello esamina il triangolo moglie-marito-amante, interrogandosi sui ruoli dei tre protagonisti. La rappresentazione del TDA Teatro Varese presenta questo spettacolo di prosa in versione innovativa, facendo emergere gli aspetti super umani del protagonista. Leone Gala, razionale e amante della filosofia, si separa amichevolmente dalla moglie Silia a tal punto che le concede di avere un amante, Guido Venanzi. Questa finta libertà concessa dal marito, a Silia non sta bene. Si irrita a tal punto per la mancanza di gelosia da parte del marito che appena le si presenta un’ involontaria ma gravissima offesa da parte di un gentiluomo, escogita un piano per trascinare il marito in un duello mortale. Leone Gala, avendo intuito il piano escogitato dalla moglie e dal suo amante e i ruoli giocati da essi, decide di vendicarsi a sua volta servendosi della teoria dei ruoli di Bergson. Alla fine riuscirà a trarre soddisfazione dalla sua vendetta? Riuscirà a comprendere a pieno il gioco (o giuoco) della vita e i ruoli imposti da essa?

Scene Massimo Barilli, costumi Francesca Piotti, sartoria Doretta Belgeri e con Annamaria Rossano, Luca Damiani e Roberto Aielli.

DIVINA COMMEDIA - IL MUSICAL di Dante Alighieri Martedì 20 Febbraio e Mercoledì 21 Febbraio 2018 ore 10.30

Adattamento di Maurizio Colombi - Musiche di Davide Magnabosco

Luca è un ragazzo svogliato, che sta studiando la Divina Commedia quel tanto che basta per non farsi bocciare. Eppure la Commedia lo coinvolge a tal punto da diventare letteralmente parte di essa. Ed ecco che i versi iniziano a prendere vita davanti ai suoi occhi, così il ragazzo si ritrova immerso nell’inferno accanto a Dante. Ritrovatosi in una "selva oscura", il protagonista viene soccorso dal poeta latino Virgilio che lo guiderà in una discesa lungo i gironi infernali, nei quali è costretto ad assistere alle orribili punizioni imposte ai dannati da Lucifero. Il viaggio di redenzione del poeta proseguirà salendo il monte del Purgatorio fino all’arrivo in Paradiso, dove sarà guidato da Beatrice, che lo condurrà all’ineffabile contemplazione dell’Amore. Non aspettatevi la classica Commedia… canti e balli mettono in risalto le sofferenze dell’Inferno e la felicità del Paradiso dando una maggiore enfasi e una luce tutta nuova sotto la quale guardare il capolavoro dantesco.

NOTE: Dopo aver diretto la versione colossal teatrale, musicata da Don Marco Frisina, Maurizio Colombi riscrive in una nuova chiave di lettura l’opera dantesca: un attore recita i sublimi versi, che si animano attraverso canti, danze, luci e atmosfere suggestive davanti agli occhi degli spettatori. Il viaggio del Sommo Poeta, attraverso Inferno, Purgatorio e Paradiso, è catapultato in una dimensione parallela nella quale troviamo diavoli in elmetto, peccatori in giacca e cravatta e santi svestiti da ogni costrizione. Una colorata versione del viaggio dantesco tra i suoi più celebri personaggi. La musica e il teatro aiuteranno i ragazzi ad addentrarsi nel mondo onirico di Dante e, allo stesso tempo, offriranno loro la possibilità di comprendere più chiaramente le allegorie dantesche, che potranno essere accennate dalla scenografia, dai costumi, dalla prossemica, dalla musica e da tutti gli strumenti di cui il musical dispone. Così come per il Sommo Poeta, l’incontro con personaggi storici e con persone comuni che hanno vissuto vicende esemplari o significative può costituire un forte spunto di riflessione per gli studenti che partecipano allo spettacolo. Il teatro darà forma al punto di vista di Dante, ma allo stesso tempo lo interpreterà attraverso gli occhi di un regista moderno. Lo spettacolo ha innanzitutto lo scopo di aiutare i ragazzi a guardare il testo dantesco da una nuova prospettiva, la quale permetta loro di andare oltre quel pregiudizio che spesso nutrono nei confronti delle materie di studio e che gli potrebbe impedire di scoprire il vero valore artistico e letterario del poema. Il testo e la regia di Maurizio Colombi sono il frutto di uno studio compiuto insieme al professore di lettere Federico Del Vecchio e un gruppo d’insegnanti scelti dalla scuola primaria alla facoltà di lettere.

I PROMESSI SPOSI di Alessandro Manzoni Martedì 13 Marzo e Mercoledì 14 Marzo 2018 ore 10.30

Regia di Roberto Aielli – TDA Teatro di Varese

Tratto dal romanzo storico di Alessandro Manzoni, la messinscena teatrale è fedele al testo. Gli intrighi tra gli innamorati Renzo e Lucia, il vile Don Abbondio, Don Rodrigo, Gertrude e l’Innominato si intrecciano sullo sfondo degli eventi del Ducato di Milano, dal tumulto di San Martino al flagello della peste del 1630, dando risalto al dramma vissuto dai due principali protagonisti, Renzo e Lucia. Nello spettacolo, gli attori del TDA Teatro Varese daranno particolare risalto alla voce, strumento che arricchisce la parola scritta di una speciale energia ed enfasi, accentuando il ritmo e l’intonazione.

Scene Massimo Barilli, sound effects Tina Trotta, costumi Francesca Piotti e con Annamaria Rossano, Luca Damiani, Roberto Aielli e (da definire attrice che fa Lucia).

Teatro scuole

 Modulo di prenotazione